martedì 1 maggio 2012

Dizionario del cinema comico americano, libro a parte

Vi segnalo questo libro, uscito un po' di mesi fa, evidentemente sfuggito a molti di voi, me incluso, che l'ha comprato dopo segnalazione del mio amico Gabriele. Ora, non so che senso possa avere un Dizionario di Cinema comico americano, quando include voci come Max Linder e esclude Peter Sellers, sì inglese, ma presente in tre dei film comici che secondo l'autore sono fondamentali. Stile troppo enciclopedico, sembra fatto con materiale wikipedia, imparziale, troppo. Un dizionario del genere dovrebbe essere critico. Impossibile ignorare che Adam Sandler ha solo due espressioni (cotechino lesso, cotechino alla griglia). Foto di scarsa qualità, bibliografia ITALIANA, troppo poco per un lavoro del genere. Le voci di Laurel e Hardy, per la prima volta divise da un dizionario del genere, solitamente uniti in coppia, non sono entusiasmanti ma almeno sono sincere. Molti nomi noti ai fan della coppia (Finalyson, Kennedy, la Busch, persino Charlie Hall). Ammirevole lo sforzo di recuperare nomi di registi, sceneggiatori e musicisti che oscurati dai divi comici, sono i meno noti. Manca la scintilla della novità e del vero interesse culturale. Sono sicuro di avervi dato la voglia di comprarlo subito vero? La cosa che più mi lascia perplesso non è tanto lo sbrigativo glossario del comico presente all'inizio del libro, quanto la lista dei migliori film comici americani: come posso sopportare che Hollywood Party venga affiancato a Scary Movie 3 o a 3ciento - Chi l'ha duro... la vince, non lo so, ma questo mi basta per snobbare un libro che, fatto raro per me, ho preso alla cieca senza averlo letto di nascosto in libreria sotto lo sguardo di odio dei commessi. L'autore è Angelo Moscariello, sia inteso, un critico di mestiere non nuovo all'argomento (suo è Gag, guida alla comicità slapstick), ma francamente ho come l'impressione che questo dizionario sembra fatto da un fan che non sa come concludere il lavoro, consapevole ad un certo punto che la storia del Cinema comico americano è morto una decina di anni fa, schiacciato dalla mancanza di gusto, idee e attori comici, e che le vere risate sono figlie dei cartoni animati della Pixar, veri gioielli comici.

Nessun commento:

Posta un commento